Un affascinante appartamento di 200 piedi quadrati sulla Rive Gauche di Parigi

Si potrebbe presumere che un appartamento di 200 piedi quadrati sarebbe la casa di uno studente con un budget o forse un noleggio a breve termine per i viaggiatori. Questo appartamento, invece, appartiene a una donna d'affari di successo che vive fuori Parigi e aveva bisogno di un piccolo pied-à-terre nella capitale. Pauline Lorenzi-Boisrond è stata incaricata di rinnovare lo studio in rue du Cherche-Midi. "Viene regolarmente a Parigi per lavoro, ma si era stancata delle stanze d'albergo impersonali dove non può lasciare le sue cose da una visita all'altra", Pauline, interior designer e fondatrice di Studio Ett Hem, spiega. "Voleva la sua piccola suite nella zona di Saint-Germain-des-Prés." Ettolo significa "casa" in svedese. È davvero un nome appropriato per un designer incaricato di superare i limiti dello spazio per far risaltare il suo fascino familiare.

Seguendo l'obiettivo di creare l'atmosfera di una suite d'albergo, Studio Ett Hem ha creato un piccolo corridoio d'ingresso multifunzionale che risolve anche il vincolo creato dalla parete portante inclinata. La parete, che corre lungo un lato dello spazio, comprende una serie di ante dell'armadio, alcune sono decorative, altre funzionali. Un set, tuttavia, conduce nel bagno dell'appartamento. Sulla destra, un'elegante ma discreta cucina si trova su un lato della zona notte, separata da un tramezzo in legno e vetro.

La cucina efficiente include un frigorifero, un piano cottura a due fuochi, un piccolo lavello, un forno a microonde nascosto e un ripostiglio. "Nei piccoli spazi, abbiamo spesso paura di creare zone, ma differenziare le funzioni e installare la circolazione in modo controintuitivo espande lo spazio", afferma Pauline. Il divisorio in legno e vetro definisce la doppia zona ingresso-cucina e la separa dalla parte più tranquilla della stanza, ma le sue forme arrotondate ammorbidiscono anche questo confine. Poiché gli spazi dei piccoli appartamenti devono spesso assolvere a molteplici funzioni, questa zona pranzo è collocata sotto una finestra dove la luce naturale è a portata di mano anche quando svolge il suo altro ruolo, quello di ufficio.

La bella 19thoriginali dell'edificio erano le mattonelle del pavimento e il camino del sec. In tutto il soppalco è presente un contenitore discretamente integrato, a volte evidenziato con dettagli in ottone bronzato.

Sebbene parti dell'edificio fossero in cattive condizioni, lo Studio Ett Hem era determinato a preservare e riutilizzare quanto più possibile l'unità esistente. Le piastrelle del pavimento d'epoca sono conservate nella zona notte così come sono un piccolo camino nero che conferisce all'appartamento una dose in più di personalità. La sua pietra ha ispirato anche il marmo di Saint Laurent sul piano della cucina, il ripiano del tavolino e le nicchie del comodino. “Questo elegante nero profondo con venature dorate è uno dei colori che abbiamo scoperto in questo appartamento insieme al rosso scuro delle piastrelle del pavimento. L'abbiamo utilizzato nel tessuto dei divanetti della zona pranzo, che unisce tutti i colori dell'appartamento”. La tavolozza del tessuto include il nero (per il marmo), bronzo per le griglie di riscaldamento, e rosa per le nicchie della testiera e il bordo dei cuscini, un rosa che ricorda anche il piastrelle.

La sfida era massimizzare un piccolo spazio. Separando nettamente la zona notte dall'ingresso-cucina, l'appartamento, sorprendentemente, sembra più grande.

La gamma di colori dell'appartamento comprende anche due azzurri, come si vede nella zona ingresso-cucina. "Né troppo profondo né troppo forte, dal pavimento al soffitto", dice Pauline. "Fornisce una sensazione più luminosa a quest'area, che sembra una piccola scatola." Il legno, rappresentato nelle travi strutturali e nei solai, è semplicemente sverniciato e verniciato o presentato nella forma d'altri tempi del parquet a spina di pesce e delle modanature che rivisitano elegantemente l'Haussmann era. Completano il carattere di questa piccola suite-studio. “Il legno è onnipresente nella struttura dell'edificio, quindi è stato necessario dare carattere all'insieme. Allo stesso tempo, scegliamo di farlo nascondere il deposito in bella vista”, dice Paolino. O, almeno, nasconderlo dietro porte discrete. “Tutto quello che non devi vedere ma devi avere” è qui, spiega. Il serbatoio dell'acqua calda, la lavatrice, il sistema di riscaldamento e persino il bagno si trovano dietro elementi in legno modellato e porte eleganti che sono un mix di stile raffinato e fascino semplice.

instagram story viewer