Il modernismo scandinavo è bello, elegante e ovunque: è una buona cosa?

Le tendenze del design per la casa possono cambiare più velocemente dei membri della corrente casa Bianca amministrazione, ma l'ossessione americana per moderno di metà secolo lo stile ha goduto di una rinascita molto più lunga della maggior parte. Quando l'apprezzamento diffuso per lo stile vintage iniziò a prendere piede alla fine degli anni '90, i pezzi originali erano abbondanti e convenienti. Ha aiutato il fatto che lo stile fosse anche facile per i consumatori; il design di metà secolo è pratico e familiare: non è necessaria una laurea in storia dell'arte per coglierne l'essenza.

Con l'avanzare della tendenza e della domanda dei consumatori, i gusti collettivi americani hanno iniziato ad abbracciare uno spettro più globale del design di metà secolo. Entro la metà degli anni 2010 il nostro amore per tutto scandinavo era in pieno svolgimento. Nel dicembre del 2016, il termine "hygge" era così popolare che il New York Times corse uno esplicativo sul concetto, che è stato rapidamente seguito da

al pezzo nella colonna "Shouts & Murmurs" del *New Yorker*s che ha deriso l'ossessione dell'America per questo. Combina questo amore per lo stile di vita scandinavo con la domanda di mobili moderni e avrai un ritrovato apprezzamento per quella regione interni, la cui estetica è una sorta di collisione tra le tendenze shabby chic, rustic chic e americane di metà secolo che si erano formate nel anni prima.

Conosciuto come "funzionalismo" nella sua casa nordica, lo stile moderno scandinavo si è sviluppato per la prima volta negli anni '50 insieme ai movimenti americani ed europei. Gli interni che seguono questa nuova estetica hanno dato la priorità a arredi accessibili e accessibili, linee pulite e materiali naturali. La qualità e l'artigianalità erano i segni distintivi dell'epoca; a differenza delle loro controparti europee e statunitensi, tuttavia, i designer scandinavi della metà del secolo (come gli artigiani dell'era gustaviana che li hanno preceduti) ha lavorato con tavolozze di colori chiari e arredi lunghi che facevano rimbalzare la luce negli interni in una regione nota per le sue giornate corte e lunghe inverni.

Questi interni riguardano ancora tanto uno stile di vita quanto un aspetto. Disordinati e disciplinati, non è un caso che siano entrati davvero in voga qui contemporaneamente a di Marie Kondo tecniche di riordino di livello successivo, quando le loro silhouette eleganti e minimali sono diventate parti ambiziose di una casa monocromatica e minimalista di Instagram.

In alto: mobili scandinavi di ispirazione moderna della linea Project 62 di Target. Sopra: un tavolo e una poltrona Alvar Aalto, sedie Finn Juhl Pelican e un divano letto Poul Kjaerholm in un appartamento di Manhattan di Shelton Mindel & soci.

Percependo un'opportunità, produttori e rivenditori del mercato di massa come West Elm e Room & Board, che avevano già hanno costruito le loro piattaforme di marca in gran parte sullo stile della metà del secolo, hanno puntato sul particolare marchio scandinavo di modernismo. Persino Obbiettivo ora offre un filtro di ricerca "scandinavo".

Al centro dell'etica dei veri interni scandinavi sono i principi di disegno lento (che è intrinsecamente verde) ed equilibrio. I progetti non autentici prodotti in serie per la nostra cultura usa e getta sembrano antitetici a quelle convinzioni. Se la qualità-non-quantità è la spina dorsale del design nordico, questo rende l'ossessione degli americani, e la conseguente offerta del mercato contemporaneo, intrinsecamente ironica?

Non necessariamente, dicono alcuni dei migliori designer, forse sorprendentemente. Innanzitutto, è utile ricordare che gli arredi moderni scandinavi degli anni '50, come i pezzi odierni prodotti in serie, erano pensati per essere democratici e accessibili. "I produttori leggeranno sempre la temperatura del mercato e produrranno una fornitura in base alla domanda", afferma Jeffrey Bilhuber, dell'azienda di design AD100 Bilhuber e Associati. Ovviamente le imitazioni sono angoscianti e spesso diventano un cliché, osserva. Ma ogni volta che le persone sono esposte a una gamma più ampia di stili, si creerà un'opportunità educativa. Il design prodotto in serie, dice, può essere un "portale di accesso" a pezzi di fascia alta. "Man mano che il consumatore diventa illuminato", afferma Bilhuber, "comincia a cercare una qualità superiore".

"L'ossessione, o l'apprezzamento dell'America, per il design scandinavo prodotto in serie non dovrebbe mai essere considerata una cosa negativa", fa eco Rob Johansen, designer presso lo studio di interior design AD100 Ingrao Inc. "Qualsiasi apprezzamento per il design e l'artigianato, anche se diluito o sminuito, è pur sempre apprezzamento, e quindi conoscenza", dice, anche se è "a livello elementare". In altre parole, un acquisto da West Elm potrebbe apparentemente portare a un percorso stilistico verso il lavoro di Finn Juhl.

"Il più delle volte, i nostri clienti cercano di avere sia articoli alti che bassi nelle loro case", aggiunge Tony Ingrao, principale designer della sua omonima azienda. “I mobili scandinavi prodotti in serie si prestano a tali esigenze, poiché sono sia pratici che ponderati. Una corona non può sempre essere fatta di soli gioielli".

Bilhuber osserva anche che la maggior parte delle persone non creerà un pastiche noioso; invece, stanno selezionando pezzi di varie epoche. "Uno spazio curato, dove hai un interno eclettico", dice, "è molto più interessante". Quel tipo di interni eterogenei può anche essere essenzialmente americano, come un crogiolo di identità progettuale. Bilhuber indica uno dei primi creatori di gusto d'America, Thomas Jefferson, che collezionava mobili da tutto il mondo ma li sistemava a casa in un ambiente completamente nuovo. "Non ha messo insieme stanze che fossero 'irlandesi' o 'francesi' o 'tedesche'", dice Bilhuber. "Una volta che prendi [un pezzo specifico] fuori contesto, potrebbe diventare ancora più interessante".

Forse la domanda finale non è se l'ossessione americana per il design Scandi non sia autentica, ma piuttosto come stia influenzando positivamente il design contemporaneo. Nessuno vuole vedere i mobili finire in una discarica, ma questi designer sostengono che i design entry-level sono, in effetti, una porta d'accesso a un mondo di interni più belli, funzionali e premurosi.

"E incoraggiamo sempre i nostri clienti a mettere in discussione o riconsiderare la loro attenzione alle tendenze", afferma Ingrao. Quando i consumatori possono differenziare il design senza tempo dalla pressione del mercato, afferma che "emerge qualcosa di più grande".

Altro da AD PRO:Instagram ha reso gli spettacoli di design migliori?

Iscriviti alla newsletter di AD PRO per tutte le novità di design che devi sapere

instagram story viewer